Convegni | Congressi internazionali | Summer-School

L’ESPERIENZA DELL’ASP DI CALTANISSETTA
REORGANIZATION OF PUBLIC HOSPITALS NETWORK AND PEOPLES‘ NEEDS
THE EXPERIENCE OF THE CALTANISSETTA PROVINCIAL HEALTH SYSTEM
In Sicilia la L.R. 5/2009 prevedeva un riordino della rete ospedaliera in funzione di una equilibrata distribuzione territoriale dell’offerta anche attraverso l’accorpamento e/o l’eliminazione di strutture organizzative risultanti superflue o sovradimensionate e la rifunzionalizzazione di presidi ospedalieri (P.O.) sottoutilizzati o a bassa complessità, con modelli organizzativi più rispondenti ai bisogni di salute. Il P.O. di San Cataldo, situato a pochi chilometri dal P.O. di terzo livello di Caltanissetta, registrava elevati livelli di inappropriatezza con presenza di reparti a ridotto utilizzo dei posti letto e basso indice operatorio.

I principi sopra mezionati della L.R. 5/2009 sono stati alla base di un processo che ha portato sia alla rimodulazione dei servizi nell’ottica di una continuità assistenziale che assicura un più efficace soddisfacimento dei bisogni legati alle patologie croniche e alla riabilitazione post-acuzie, sia ad una maggiore efficienza nei processi clinici e nell'utilizzo delle risorse secondo il modello “Hub & Spoke“, sia ad una maggiore appropriatezza delle cure con conseguente sicurezza per il paziente ed i familiari.
La riconversione è stata accompagnata da ridistribuzione degli spazi secondo principi di funzionalità e di umanizzazione dell’assistenza, anche attraverso la scelta di arredi funzionali e di colori gradevoli in grado di offrire comfort e privacy.
La fusione funzionale-amministrativa dei due Presidi ha permesso di creare servizi ispirati alla continuità assistenziale ed alla centralità dell'utente come entità bio-psico-sociale, che include, quindi anche i familiari e/o le persone significative. Il P.O. di Caltanissetta è diventato così un punto "Hub" per quanto riguarda le acuzie, mentre il P.O. di S. Cataldo è diventato punto "Hub" per la degenza post-acuzie.
Questo modello fa sì che ogni struttura ha un suo ruolo funzionale essenziale nella rete dei servizi; oltre ad assicurare i risultati sopra esposti, esso dà anche dignità ed orgoglio alla popolazione del luogo di ogni P.O., e diventa anche garanzia per una nuova dimensione dell’equità: in qualsiasi parte del territorio di una ASP una persona sa che per certi servizi si deve spostare, ma che nella sua città se ne erogano di altri.

Alfonso Cirrone Cipolla, Pasquale Di Mattia, Raffaele Elia, Lucia Grimaldi
Ospedale “S. Elia”, Caltanissetta - Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta

Documenti più scaricati

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.